[av_image src=’http://www.pallamanopaese.it/wp-content/uploads/2019/04/23_2018-1041×630.jpg’ attachment=’1637′ attachment_size=’featured_large’ align=’center’ styling=” hover=” link=” target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ copyright=” animation=’no-animation’ av_uid=’av-juhzaygh’ admin_preview_bg=”][/av_image]

[av_textblock size=” font_color=” color=” av-medium-font-size=” av-small-font-size=” av-mini-font-size=” av_uid=’av-juhzbekg’ admin_preview_bg=”]

Cuore e grinta erano le armi a cui coach Ballarotto si era aggrappato per il big match di domenica contro i forti cussini , ben consapevole che i lagunari erano squadra forte e tecnicamente molto più dotata dei paesani che comunque non volevano fare la parte dell’agnello pasquale…. cosa che puntualmente è accaduta frutto di una prestazione assolutamente inguardabile in attacco ( con il solo Zambon a prenderle per tutti ) ed un approccio mentale da ragazzini alle prime armi. Venezia parte forte e senza strafare comanda la gara a suo piacimento, Paese le prova tutte ma sbatte sempre sulla forte difesa lagunare e non affonda solo grazie alla super giornata del suo estremo Brianese; si va a riposo sul 9-14 . Paese cambia difesa ( passa a 6:0 da 5:1 ) ma le cose non migliorano e allora coach Ballarotto sul 11-19 prova una rischiosissima 4+2 con 20 minuti ancora da giocare ; Venezia perde un po’ di sicurezza e in 16 minuti realizza solo due reti che consentono a Paese di accorciare 18-21 a 4 dal termine e qui finiscono le energie dei trevigiani che incassano un 4-0 che fissa Il punteggio sul 18 a 25 per Venezia che così porta a casa due punti più che meritati. Ciò che lascia perplessi è l’atteggiamento abulico avuto da parte della squadra; il passare della stagione doveva fissare delle certezze che in realtà sono grossi dubbi; certo Venezia non era l’avversario ideale per esperienza e solidità ma si doveva comunque provare a fare qualcosa in più ( per la cronaca : 0 contropiede, 0 rigori, 0 passaggi al pivot ) . Unica scusante è il fatto di essere quasi tutti Under 17 al primo anno … ma questa è solo una scusa e la realtà dice che manca un fattore determinante che si chiama AGONISMO senza il quale nessun allenamento e allenatore possono fare qualcosa…. lavoriamoci sopra e pensiamo a chiudere in maniera più consona questa stagione che è stata comunque ottima e sarebbe un peccato chiuderla male.
Pallamano Paese: Brianese, Gaudioso, Colusso, Pavanello, Vendramin, Pozzebon Tommaso, Pozzebon Enrico, Pozzobon 3, Rossi 2, Zambon 8, Fornasiero 2, Pesce 1, Guarnieri, Vitangeli 2,Compassi, Luisetto .

[/av_textblock]