Quarto posto assoluto per gli under 15

Domenica 20 maggio si sono svolte a Malo le fasi finali del campionato interregionale under 15 e Paese era opposta nella prima semifinale ai veneziani del Cus, formazione mai incontrata quest’anno nelle due fasi del campionato. Venezia ha fatto suo l’incontro per 28 a 21 ; Paese ha cercato di contrastare i lagunari nel miglior modo possibile e c’era anche riuscita per meta gara, salvo poi crollare nel finale incappando in errori banali e sopratutto amnesie difensive che i fortissimi cussini sfruttavano a dovere portandosi a casa meritatamente la vittoria. Troppo ampio il divario fisico – atletico tra Venezia e Paese; sarebbe servita la partita perfetta ma siamo comunque contenti di averci almeno provato. Nel pomeriggio Paese affrontava il Torri per il 3/4 posto e anche in questa gara la musica era la stessa con l’aggiunta della stanchezza e di qualche acciacco; i paesani reggevano un tempo per poi lasciare via libera ai veloci contropiedi dei vicentini , squadra fisicamente molto dotata e con un ampia rotazione di ragazzi dalla panchina.

Si chiude questa bellissima esperienza per questi giovani  con la consapevolezza di aver fatto un campionato al di la’ delle piu’ rosee aspettative della vigilia. Di fatto c’e’ stata una crescita generale e di questo dobbiamo esserne fieri anche se per contro e’ mancato il passaggio dall’adolescenza all’essere piu’ maturi e responsabili nell’allenamento e nell’affrontare le partite, cosa che ci si augura avvenga l’anno venturo in quanto il campionato under 17 sara’ sicuramente molto impegnativo e dovra’ trovarci preparati al meglio sotto il profilo fisico. Ricordiamoci sempre che l’obiettivo e’ crescere nello sport e nella vita , cercare di dare sempre il massimo in ogni cosa si faccia , solo cosi’ eviteremo di avere rimpianti in futuro e magari ,remando tutti dalla stessa parte, avere anche qualche soddisfazione a livello sportivo. Un bravi a questi ragazzi e sopratutto ai loro genitori sempre pronti a seguirli , ad incitarli e a sopportare un allenatore che ,a volte urla anche troppo ma fondamentalmente li considera come la sua famiglia e come tale desidera sempre il meglio ( e non gli piace perdere ….senza lottare! ).
1 commento
  1. Claudio
    Claudio dice:

    Grazie a tutti voi ragazzi, per averci fatto divertire, ed emozionare. È stato bello condividere con voi questa bella avventura. Per il prossimo anno a inizio stagione, anche noi genitori dovremo fare la visita medico sportiva, perché le partite giocate punto su punto ci hanno fatto veramente ballare il cuore, tra momenti di sofferenza e altri di grande gioia. Ma è stato fantastico, e proprio per questo, tutto ha avuto un sapore ancor più speciale.
    Grazie Paolo per come hai seguito e hai amalgamato questo bellissimo gruppo.
    Grazie a tutti.
    Claudio

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *